lunedì 26 gennaio 2015

Soutache

Una tecnica semplicemente MERAVIGLIOSA realizzata con fettucce di seta o viscosa cucite tra loro; oltre a poterle dare una forma si possono incastonare componenti vari, come perle, pietre, cabochon, strass, catene e tanto altro. Ha origine nell'Ungheria seicentesca col termine "sutàs" letteralmente "treccia ornamentale"e successivamente nota come "spiga russa", il suo impiego era prettamente decorativo per abiti e tappezzeria, solo in seguito venne adoperato per gli alamari delle uniformi militari e regali. Il termine "soutache" appare nella Francia ottocentesca, ma giunge fino a noi solo nel novecento col film "Il Gattopardo" di Luchino Visconti, dove Claudia Cardinale indossava abiti decorati col soutache. Oggi vengono realizzati splendidi gioielli grazie alla rimessa in auge di alcune creative russe e alla sua diffusione oltreoceano.

Ferdinando I di Bulgaria